Deprecated: Non-static method Log::factory() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/dh_p4cvg5/azioninclementi.it/wp-content/plugins/falbum/FAlbum.class.php on line 76

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/dh_p4cvg5/azioninclementi.it/wp-includes/post.php on line 174

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/dh_p4cvg5/azioninclementi.it/wp-includes/query.php on line 748
Azioni Inclementi » Programma SESSO VITA E MORTE
Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/dh_p4cvg5/azioninclementi.it/wp-includes/kses.php on line 932

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/dh_p4cvg5/azioninclementi.it/wp-includes/kses.php on line 933

Programma SESSO VITA E MORTE


Come si nasceva un tempo e come si muore oggi? E perché a Vicenza ci sono più locali a luci rosse che a Milano? Ruota intorno a domande come queste il teatro di Giuliana Musso, che ci racconta l’esistenza in tre serate, in una trilogia di storie di vita che parlano dell’inizio, della fine e di ciò che sta in mezzo.
Dare la vita, fare la vita e perdere la vita saranno quindi le grandi questioni di cui si tratterà in corte Priorato Gandin a San Vito, non solo attraverso gli spettacoli ma anche con la poesia di Ida Travi, le narrazioni di Franco Stelzer, i dialoghi con Carla Corso, Maria Maddalena Mappelli e Mario Galzigna; e poi ancora installazioni e proiezioni.
Un’occasione speciale per vedere tutti assieme i lavori di una delle più grandi attrici del teatro di narrazione italiano e, al contempo, per ampliare e approfondire le tematiche da lei esplorate, tematiche talvolta lontane nel tempo, come le storie delle levatrici, altre volte apparentemente marginali, come le storie di prostitute e dei loro clienti, ma che ci parlano di noi, e del nostro presente.

VENERDÌ 23 LUGLIO
Ore 20.30 incontro e reading
Ida Travi - La culla sul mare
Ore 21.30 spettacolo teatrale
Giuliana Musso – Nati in casa
Ore 23.00 proiezione
Sono incinta - documentario di Fabiana Sargentini

SABATO 24 LUGLIO
Ore 18.00 incontro
Maria Maddalena Mapelli - Vite Virtuali: come si nasce e come si muore su Facebook
Ore 19.00 incontro
Mario Galzigna - Vite irriducibili: osservazioni critiche sulla biopolitica
Ore 21.00 incontro
Carla Corso - Prostituzione: scelta o condizione sociale?
Ore 22.00 spettacolo teatrale
Giuliana Musso – Sexmachine

DOMENICA 25 LUGLIO
ORE 18.00 incontro
Giuliana Musso
ORE 20.30 incontro
Franco Stelzer – Matematici nel sole
ore 22.00 spettacolo teatrale
Giuliana Musso – Tanti Saluti
Ore 23.00 proiezione
Frankenweenie - cortometraggio di Tim Burton

VENERDÌ 23 LUGLIO

Ore 20.30 incontro e reading
Ida Travi - La culla sul mare
Ida Travi“L’essere umano non ha scelta, nasce senza volerlo. Non può tornare indietro. Può solo scoppiare a piangere, anzi deve. Piangendo ogni sua cellula esplode in un grido, e da che mondo è mondo, è su quel grido che si imprime ogni lingua, ogni tentativo di parola. Nessuno può dire cosa c’è in quel verso attraente e spaventoso… o forse sì, si può dire, ma solo con un altro grido: certo se la natura fosse ‘piccola’ e avesse una bocca griderebbe così” (Ida Travi).
Ida travi, poetessa, scrive anche per la musica e il teatro. La sua poesia è inscritta nel rapporto oralità/scrittura.
Al reading seguirà un dialogo tra Ida Travi e il poeta Stefano Guglielmin.

Ore 21.30 il teatro secondo Giuliana Musso
Giuliana Musso – Nati in casa
di Giuliana Musso e Massimo Somaglino regia Massimo Somaglino con Giuliana Musso musiche Glauco Venier luci e suono Claudio Parrino produzione La Corte Ospitale

“Si nasceva in casa, una volta. Nei paesi c’era una donna che faceva partorire le donne.
La “comare”, la chiamavano, era la levatrice, l’ostetrica insomma.
NATI IN CASA racconta la storia di una donna che fu levatrice in un paese di provincia di un nord-est italiano ancora rurale. … Si nasce negli ospedali, oggi, assistiti da diverse figure professionali secondo precisi protocolli medici che mentre ci assicurano di poter far fronte ad ogni possibile complicanza, ci fanno scordare che la nascita non è una malattia ma una spontanea e straordinaria funzione del nostro corpo.” (G. Musso 2006)
NOMINATION PREMIO UBU 2002. PREMIO DELLA CRITICA 2005 (Associazione Nazionale Critici di Teatro)

Ore 23.00 proiezione
Sono incinta - documentario di Fabiana Sargentini
Davanti all’obiettivo sfilano volti commossi, smorfie, sorrisi, piccoli cinismi, incontri e disincanti. Un catalogo di sensazioni e di volti sulla sorpresa, sull’imbarazzo e sul disorientamento, di reazione alla frase “Sono incinta”.

Inizio

SABATO 24 LUGLIO

Ore 18.00 incontro
Maria Maddalena Mapelli - Vite Virtuali: come si nasce e come si muore su Facebook
M M MapelliFacebook è un dispositivo persuasivo che induce assetti identitari e articolazioni dell’immagine di sé tendenzialmente omologate. Ci vuole individui anagraficamente definiti, che dichiarano le loro appartenenze politiche e religiose, le loro preferenze culturali, i loro gruppi di riferimento. Facebook ci « disattiva » se non rispettiamo i codici di comportamento prescritti. Eppure entro questo gioco di interdetti, ingiunzioni e persuasioni, sono ancora possibili forme e vissuti di resistenza, di creatività e di opposizione…
Maria Maddalena Mapelli, filosofa, è responsabile del blog collettivo Ibridamenti (Università Ca’ Foscari di Venezia).

Ore 19.00 - Incontro
Mario Galzigna - Vite irriducibili: osservazioni critiche sulla biopolitica
Mario GalzignaSi parte da una ridefinizione critica del concetto di biopolitica così come è stato elaborato da Michel Foucault e ripreso da critici e filosofi (tra gli altri Gilles Deleuze e Nikolas Rose, che ha pubblicato di recente La politica della vita). Si vuole mettere in evidenza l’esistenza, nello scenario sociale contemporaneo, di vite antagoniste, irriducibili, che si sottraggono al dominio delle biopolitiche. Vite antagoniste che sovvertono le regole dei dispositivi di cattura anche di quelli espressivi e linguistici (Proust, Joyce, Artaud).
Mario Galzigna è epistemologo e docente all’Università  Ca’ Foscari di Venezia.

Ore 21.00 - Incontro
Carla Corso - Prostituzione: scelta o condizione sociale?
Carla Corso Del sesso comprato e venduto, della prostituta come sex worker e soggetto politico, della globalizzazione e della tratta delle prostitute, della sottile e intima trama tra il cliente e il protettore: di tutto questo parleremo con Carla Corso fondatrice assieme a Pia Covre e ad altre colleghe del Comitato per i diritti civili delle prostitute.
Ha scritto con Sandra Landi per le edizioni Giunti Ritratto a tinte forti, Quanto vuoi? Clienti e prostitute si raccontano e con Ada Trifirò …e siamo partite! Migrazione, tratta e prostituzione straniera in Italia.

Ore 22.00 il teatro secondo Giuliana Musso
Giuliana Musso – Sexmachine
di e con Giuliana Musso regia Massimo Somaglino musiche in scena Igi Meggiorin collaborazione al soggetto Carla Corso direzione tecnica Claudio Parrino produzione La Corte Ospitale

“Le prostitute si possono chiamare in molti modi: meretrici, fallofore, puttane, cocottes, passeggiatrici, belle di notte, lucciole, troie, sex-workers, donnacce, donne facili, donnine leggere… I clienti si chiamano clienti.” Un’attrice ed un musicista in scena danno voce ed anima a sei personaggi che, visti in sequenza, formano un quadro di contemporanea umanità multiforme e complicata. … Hanno tutti in comune due cose: appartengono alla cultura del nord-est e trovano soddisfazione ai loro bisogni e ragione alle loro paure nel variegato e complesso mondo dei rapporti sessuali a pagamento. (G. Musso)
PREMIO DELLA CRITICA 2005 (Associazione Nazionale Critici di Teatro)

Inizio

DOMENICA 25 LUGLIO

ORE 18.00 incontro
Giuliana Musso
Un incontro informale tra il pubblico e l’attrice–regista Giuliana Musso. Si parlerà della genesi, del senso del suo lavoro teatrale, della sua poetica, del teatro di narrazione e dei suoi possibili sviluppi e di molto altro ancora…

ORE 20.30 incontro
Franco Stelzer – Matematici nel sole
Franco StelzerMatematici nel sole (il Maestrale, 2009) è una grande storia d’amore raccontata dai confini della morte. Lui, Hus, si ammala gravemente, affronta stoico il dolore, le terapie, e prepara con lei, Wif, i dettagli di una laica e insolita cerimonia funebre.
Franco Stelzer è traduttore dal tedesco (Ungar, Perutz, Tummler, Gruenbein). Come narratore ha pubblicato per Einaudi: Ano di volpi argentate (2000) e Il nostro primo, solenne, stranissimo Natale senza di lei (2003).

ore 22.00 il teatro secondo Giuliana Musso
Giuliana Musso – Tanti Saluti
di Giuliana Musso con Beatrice Schiros, Gianluigi Meggiornin, Giuliana Musso regia Massimo Somaglino direzione clown Maril Van Den Broek ricerca e drammaturgia Giuliana Musso direzione tecnica Claudio Parrino organizzazione Patrizia Baggio produzione La Corte Ospitale

“Tanti Saluti vuole esplorare, attraverso una ricerca di stampo sociologico, il tema del morire ai nostri tempi. Abbiamo raccolto testimonianze e racconti dai principali protagonisti dell’evento: medici, infermieri, familiari e morenti. Abbiamo visitato i teatri del morire: ospizi, ospedali, hospice, case. Indagato le sue nuove declinazioni: cure palliative, accanimento terapeutico, protocolli di rianimazione, eutanasia… TANTI SALUTI porta in scena tre clown e a loro consegna il non dicibile: il racconto delle paure, degli smarrimenti e delle soluzioni paradossali che mettiamo in atto di fronte alla morte. Unici oggetti di scena: tre nasi rossi e una cassa da morto”. (G. Musso)

Ore 23.00 proiezione
Frankenweenie - cortometraggio di Tim Burton
Parodia del Frankenstein di James Whale. Il cagnolino Sparky muore investito da una macchina, il padroncino decide di farlo rivivere.
Uno dei primi cortometraggi di Tim Burton.

Inizio

3 Commenti a “Programma SESSO VITA E MORTE”

  1. Mattia scrive:

    Bellissimo programma, Mr. Atoz! In bocca al lupo per questa nuova avventura.

  2. Stefano scrive:

    Programma leggendario! Non vedo l’ora di esserci!

  3. Giuseppe scrive:

    Ho visto lo spettacolo di Sabato 24 “Sexmachine” e di Domenica 25 “Tanti saluti” di Giuliana Musso. Sono stati verammente belli e sopratutto interesanti dal punto di vista culturale. Chiedo se si può avere, acquistando, una registrazione, anche amatoriale, di tali spettacoli. Grazie.

Scrivi un commento